Logo Bihl+Wiedemann GmbH

FAQ – Domande e risposte su AS-Interface

Vi forniamo una panoramica delle domande più frequenti sui nostri prodotti e dispositivi, nonché su argomenti quali AS-Interface, ASi-5 e IO-Link.

 

La risposta alla vostra domanda non è inclusa? Nessun problema, naturalmente saremo lieti di rispondere alle vostre domande individuali per telefono o via e-mail. Se avete domande tecniche, il nostro supporto tecnico sarà lieto di aiutarvi.

Domande sui nostri prodotti

L'assortimento "Bihl+Wiedemann's Choice" è composto esclusivamente da prodotti Best-Practice che offrono il massimo livello di esperienza d'uso, sono quasi sempre disponibili a magazzino in grandi quantità e di solito possono essere consegnati immediatamente. Gli articoli "Bihl+Wiedemann's Choice" sono adatti alla maggior parte delle applicazioni standard e hanno anche un prezzo molto allettante grazie alle quantità prodotte. Con l'etichettatura "Bihl+Wiedemann's Choice" vogliamo aiutare i nostri clienti a prendere decisioni veloci, evidenziando chiaramente il vantaggio di ogni prodotto.

 

Per tutti i gateway Bihl+Wiedemann offriamo i relativi file di descrizione degli apparecchi (file GSD). Potete trovarli nelle pagine di dettaglio dei prodotti degli apparecchi all'interno della scheda "Downloads" come file ZIP.

 

Per scaricare il file è necessario registrarsi o effettuare il login.

Per tutti i gateway Bihl+Wiedemann offriamo i relativi file di descrizione degli apparecchi. I file EDS per gateway EtherNet/IP si trovano nelle pagine di dettaglio dei prodotti degli apparecchi all'interno della scheda "Downloads" come file ZIP.

 

Ai gateway EtherNet/IP

 

Per scaricare il file è necessario registrarsi o effettuare il login.

L'attuale libreria di password per gli strumenti di calcolo (SISTEMA e altri) può essere scaricata qui come file ZIP:

 

Libreria di password

 

Per scaricare i file è necessario registrarsi o effettuare il login.

Offriamo macro EPLAN per la maggior parte dei nostri prodotti. Queste ultime si trovano nelle pagine di dettaglio del prodotto nella scheda "Downloads" alla sottovoce "Macro EPLAN" come file ZIP.

 

Per scaricare i file è necessario registrarsi o effettuare il login.

Per aiutarvi, vi offriamo diversi manuali per la messa in esercizio e l'utilizzo dei nostri apparecchi. I manuali e le istruzioni si trovano nelle pagine di dettaglio del prodotto nella scheda "Downloads". Per ogni articolo offriamo diversi documenti in formato PDF e in parte anche come video tutorial, tra gli altri:

 

  • manuali compatti
  • istruzioni per l'uso
  • istruzioni di montaggio
  • istruzioni del software
  • menu di visualizzazione (per gateway)
  • esempi di utilizzo
  • programmi di esempio
  • guide di avvio rapido
  • video Tutorial

 

Per scaricare i file è necessario registrarsi o effettuare il login. Alcuni dei file sono visibili solo dopo aver effettuato il login.

Vi offriamo una vasta gamma di moduli I/O safety per il collegamento di contatti a potenziale zero OSSD (dispositivi di sicurezza optoelettronici), e interruttori antivalenti nelle versioni IP20 e IP67. Qui troverete una panoramica dei prodotti corrispondenti:

 

Ai moduli I/O safety

 

Siamo lieti di offrirvi su richiesta soluzioni su misura e varianti speciali per i vostri sensori.

 

Tel.: (+39) 347 199 66 40
E-Mail: support@bihl-wiedemann.it

Per la configurazione dei vostri circuiti ASi consigliamo l'utilizzo della suite software Bihl+Wiedemann con catalogo hardware integrato.

 

Per domande e problemi con l'interfaccia di comando si prega di contattare il nostro centro di assistenza.

 
Tel.: (+39) 347 199 66 40
E-Mail: supportbihl-wiedemann.it

Il controllo dispersioni a terra controlla la simmetria della tensione ASi. Se la tensione ASi non è più simmetrica, ciò si traduce in una limitata immunità ai disturbi durante la trasmissione di dati.

 

Checklist “Guasto a Terra”

Qui troverete una "Checklist Guasto a terra" in formato PDF:

 

Checklist “Guasto a Terra”

 

Per scaricare i file è necessario registrarsi o effettuare il login.

 

Se si riscontrano problemi o incertezze nella gestione di questo messaggio, si prega di contattare il nostro centro di assistenza. I nostri specialisti di prodotto saranno lieti di aiutarvi.

 

Tel.: (+39) 347 199 66 40
E-Mail: supportbihl-wiedemann.it

Si prega di contattare il nostro centro di assistenza. I nostri specialisti di prodotto saranno lieti di aiutarvi.

 

Tel.: (+39) 347 199 66 40
E-Mail: supportbihl-wiedemann.it

Sì, una temperatura percepita elevata è normale e del tutto innocua. Gli alloggiamenti sono in acciaio inossidabile e quindi - a differenza di quelli in plastica - hanno una buona conducibilità termica. Fungono quindi come dissipatori di calore per l'elettronica.

Il dispositivo sostitutivo deve avere lo stesso codice prodotto. È quindi possibile sostituire il partiecipante difettoso senza utilizzare uno strumento di indirizzamento manuale o un ulteriore lavoro di programmazione. I passi successivi che sono necessari, dipendono dal tipo di slave utilizzato (ad esempio standard o safety). Per ulteriori informazioni, consultate il nostro video tutorial.

 

In caso di problemi o incertezze riguardo a ciò, si prega di contattare il nostro centro di assistenza. I nostri specialisti di prodotto saranno lieti di aiutarvi.

 

Tel.: (+39) 347 199 66 40
E-Mail: supportbihl-wiedemann.it

Il dispositivo sostitutivo deve avere lo stesso codice prodotto. È quindi possibile sostituire il Master difettoso senza un ulteriore lavoro di programmazione. Sono necessari solo i seguenti passaggi:

 

  • Scollegare il monitor di sicurezza difettoso dall'alimentazione e dalla rete ASi.
  • Rimuovere la chip card dalla parte superiore del dispositivo difettoso e inserirla nell'apparecchio sostitutivo.
  • Collegare il nuovo monitor alla rete ASi e all'alimentazione.
  • Il menu di visualizzazione del monitor vi guiderà, attraverso il processo di copiatura, a trasferire la configurazione memorizzata dalla chip card al dispositivo.
  • Potrebbe essere richiesto di specificare in quale direzione deve essere avviato il processo di copiatura - in questo caso selezionare "Chipcard → Master".
  • Inserire il release code della configurazione e confermare questo codice. Il monitor di sicurezza si avvia e la sostituzione è completata.


I passaggi sopra menzionati sono descritti in dettaglio nel nostro video tutorial.

 

In caso di problemi o incertezze riguardo a ciò, si prega di contattare il nostro centro di assistenza. I nostri specialisti di prodotto saranno lieti di aiutarvi.

 

Tel.: (+39) 347 199 66 40
E-Mail: supportbihl-wiedemann.it

Domande sui AS-Interface

  • Oltre 40 milioni di apparecchi ASi attivi nel mondo
  • Oltre 7 milioni di questi sono apparecchi Safety
  • Oltre 2.000 prodotti certificati
  • Circa il 70% di crescita per gli apparecchi di sicurezza

Il master AS-Interface collega i sensori e gli attuatori con il controllore superiore. Con il master ASi è possibile trasferire i dati digitali e analogici, letti in modo decentralizzato mediante i moduli ASi, al controllore superiore mediante il relativo sistema bus. I segnali di uscita del controllore vengono trasmessi agli attuatori ASi.

Le utenze ASi sono collegate al master ASi tramite un cavo. Servono per integrare i sensori e gli attuatori nella rete ASi nel quadro elettrico o sul campo. Tramite questi ultimi sono collegate all'alimentazione elettrica e alla comunicazione dei dati nella rete ASi. Ad ogni slave viene assegnato un indirizzo univoco nella rete.

Ci sono diversi modi per indirizzare un’utenza ASi:

  • indirizzamento comodo e ampiamente automatizzato tramite il software Bihl+Wiedemann
  • indirizzamento automatico durante la sostituzione delle utenze ASi difettose
  • tramite il master ASi
  • tramite un apparecchio di indirizzamento manuale ASi

Indirizzamento delle utenze ASi-3

Con ASi-3 sono disponibili 31 indirizzi ASi, per cui ogni indirizzo può essere assegnato una sola volta. Si distingue tra indirizzamento standard e indirizzamento ampliato. Il modo di indirizzamento di un’utenza ASi è determinato dal fabbricante. Con l'indirizzamento standard ogni utenza ASi occupa un indirizzo completo (1..31). Con l'indirizzamento ampliato, ogni indirizzo può essere occupato da due utenze ASi (1A..31A, 1B..31B). Non è possibile indirizzare un’utenza ASi con indirizzamento standard e un’utenza ASi con indirizzamento ampliato allo stesso indirizzo, ad es. 3 e 3A o 3B.


Indirizzamento delle utenze ASi-5

Con ASi-5 le utenze sono numerate a partire da 1. La numerazione è progressiva.


Nella progettazione convenzionale è necessario un apposito alimentatore ASi (con bobine di disaccoppiamento integrate) per ogni circuito ASi per fornire la tensione di alimentazione. Nei gateway e nei monitor di sicurezza ASi della versione "1 alimentatore, 1 gateway per 2 circuiti ASi, alimentatori a basso costo" di Bihl+Wiedemann le bobine di disaccoppiamento sono già integrate negli apparecchi. Ciò consente l'alimentazione di due circuiti ASi con un alimentatore standard a basso costo da 30 V insieme ad un gateway master doppio o due gateway master singolo.

 

Per cavi di lunghezza ridotta è possibile anche un alimentatore standard a 24 V. Se vengono utilizzati i gateway ASi 24V, basta un alimentatore standard a 24V. Si tratta di un'ottima soluzione per piccoli e micro impianti - ossia per piccole macchine con 3 - 15 slave e un cavo con max. 50 metri di lunghezza.

I distributori ASi consentono di collegare facilmente diversi sensori e attuatori all'ASi, grazie al grado di protezione IP67 in qualsiasi punto del campo. Per sensori e attuatori senza chip ASi integrato servono distributori attivi. Per sensori e attuatori con chip ASi integrato bastano distributori passivi.

La lunghezza totale della rete standard ASi è limitata a 200 m per ASi-5 e 100 m per ASi-3. Nel determinare la lunghezza totale devono essere incluse tutte le diramazioni. La terminazione del bus ASi è un modulo economico per estendere la lunghezza del cavo in una rete ASi-3 fino a 200 m.

In caso di circuiti misti ASi-5/ASi-3 si consiglia un'ulteriore terminazione del bus ASi a partire da una lunghezza cavo di circa 70 m. La terminazione del bus ASi può aiutare a migliorare la comunicazione ASi-5.

La lunghezza totale della rete standard ASi è limitata a 200 m per ASi-5 e 100 m per ASi-3. Nel determinare la lunghezza totale devono essere incluse tutte le diramazioni. Un ripetitore ASi è un modulo che permette di “allungare” la rete. Con esso è possibile aumentare la lunghezza del cavo in una rete ASi-3 fino a 200 m. In questo modo si possono bypassare le zone con fortissime interferenze EMC. I ripetitori ASi causano un certo ritardo dei telegrammi. 

 

Per saperne di più sul prolungamento cavi ASi

La lunghezza totale della rete standard ASi è generalmente limitata a 100 m. Nel determinare la lunghezza totale devono essere incluse tutte le diramazioni. Tuttavia, la lunghezza può essere aumentata da ripetitori, terminazioni di bus e/o Tuner ASi, ad esempio fino a 1.000 m.

Il cavo ASi è un cavo non schermato bifilare che non solo trasmette dati ed energia, ma consente anche l'installazione semplice ed economica dell'ASi e/o dell'ASi-5. Grazie alla tecnica a perforazione di isolante, i nodi possono essere semplicemente montati sul cavo ASi sagomato e quindi protetti da inversione di polarità - con contatto perfetto e con protezione IP67. Un'ulteriore alimentazione a 24 V è facilmente possibile.

 

Per saperne di più sui cavi ASi

I sensori o gli attuatori vengono di solito collegati tramite la tecnica a perforazione di isolante. In questo caso, l'isolamento del cavo piatto, che è profilato per proteggere dall'inversione di polarità, viene forato mediante due perni perforanti durante l'installazione, senza che il cavo debba essere preparato in precedenza. In questo modo, gli slave possono essere spostati o aggiunti direttamente sul cavo in qualsiasi momento senza grandi lavori d’installazione.

Con una pinza spellafili ASi per la spelatura di cavi ASi con isolamento esterno in elastomero termoplastico (TPE) o poliuretano (PUR).

Il cavo ASi è specificato nella norma ASi (IEC 62026-2 o DIN EN 62026-2).

I tappi terminali ASi servono per proteggere le estremità nude del cavo sagomato ASi e/o AUX dalla polvere e dall'umidità fino a max. IP67, per garantire una comunicazione senza disturbi nel circuito ASi. Sono disponibili nella versione destra e sinistra. In molti slave e distributori attivi Bihl+Wiedemann non sono in genere necessari tappi terminali, in quanto le estremità dei cavi possono terminare nella parte inferiore.

Domande su ASi-5

No, nel caso di ASi-5 si tratta di un ulteriore sviluppo del comprovato standard AS-Interface. ASi-5 offre tutti i vantaggi che già in passato contraddistinguevano ASi. Ad esempio, i dati e l'alimentazione continuano ad essere trasmessi mediante un unico cavo, la scelta della topologia è ancora libera e la tecnica della sicurezza rimane come sempre nella stessa infrastruttura. L'ulteriore sviluppo di ASi è stato dettato soprattutto dalla presenza di volumi di dati sempre più grandi, derivanti dall'Industria 4.0 e dalla crescente digitalizzazione. ASi-5 presenta sia una grande ampiezza dei dati che brevi tempi di ciclo. Ciò consente di trasportare senza limiti anche ingenti volumi di dati lì dove da questi dati si ottengono informazioni importanti.

Sì, ASi-5 è compatibile con tutti i componenti e i dispositivi ASi finora esistenti. Ciò vuol dire che i partecipanti ASi-5 possono essere utilizzati insieme a slave ASi di tutte le generazioni, sia in reti ASi nuove che in quelle già esistenti. Potete semplicemente collegare i nuovi partecipanti ASi-5 aggiungendoli ad una rete ASi esistente e continuare ad utilizzare senza problemi gli slave ASi già presenti. Per poter utilizzare i partecipanti ASi-5 avete bisogno solo di un nuovo Gateway ASi-5 / ASi-3 di Bihl+Wiedemann.

ASi-3 è stato seguito direttamente da ASi-5. Il fatto che ASi-4 sia stato «saltato» sta a sottolineare la grande portata dei progressi ottenuti in questa fase di sviluppo. Inoltre, non si voleva creare l'impressione che l'Industria 4.0 fosse l'unico fattore di innovazione per la nuova generazione ASi.

In particolare in caso di applicazioni che richiedono elevate velocità di trasmissione o presentano un grande volume di dati. Inoltre, in caso di punti in cui occorre concentrare un gran numero di ingressi e uscite e raccoglierli insieme ottimizzando i costi. In molti casi i nuovi moduli digitali ASi-5 di Bihl+Wiedemann possono rappresentare, ad esempio, un'alternativa economica rispetto ad altre soluzioni fieldbus.

Sì, AS-Interface continua ad essere uno standard che garantisce la compatibilità dei componenti di tutti i produttori. Tutti i prodotti certificati che riportano il logo ASi possono funzionare congiuntamente all'interno di una rete comune.

No, in linea di principio è possibile eseguire la progettazione anche senza software. Tuttavia, noi consigliamo sempre la strada più confortevole, che è quella offerta dalle nostre soluzioni software. La nostra suite di software vi consentirà di programmare, configurare o parametrizzare con semplicità reti ASi con o senza tecnologia Safety. Se utilizzate già il software per la vostra rete ASi, vi basterà eseguire un aggiornamento gratuito per poter utilizzare il software per le applicazioni ASi-5. Il software è intuitivo e confortevole da usare proprio come quello di ASi-3. Un catalogo hardware integrato comprende la gamma di prodotti ASi. Per configurare il circuito ASi basta un clic sull'apparecchio corrispondente. Inoltre, le nuove informazioni bus online consentono di indirizzare gli slave in maniera semplice e di monitorare gli ingressi e le uscite in tempo reale. Grazie a questa funzione ora l'integrazione dei sensori IO-Link è ancora più semplice.

Come tutte le altre generazioni ASi, anche ASi-5 è un progetto di sviluppo comune realizzato da più Produttori di prodotti AS-Interface. Il progetto completo ha richiesto più di 200.000 ore di sviluppo evolvendo l'idea di una nuova generazione ASi in una tecnologia avanzata e all'avanguardia. Ora che il progetto principale è stato completato, le Aziende coinvolte stanno continuando a collaborare alla stesura di norme e certificazioni per i nuovi prodotti ASi-5.

Combinando i partecipanti ASi-5 e ASi-3 su un circuito ASi, è possibile collegare almeno 62 partecipanti, in molti casi anche molti di più.

 

Il numero massimo di partecipanti ASi collegabili per una determinata applicazione è riportato nel catalogo hardware di Bihl+Wiedemann, integrato nel nostro software ASIMON360 e ASi Control Tools360. Compare dunque un avviso qualora venga superato il numero massimo possibile di partecipanti ASi-5 e ASi-3. Inoltre, i canali di trasporto ASi-5 gratuiti possono essere visualizzati in qualsiasi momento durante la pianificazione.

 

I nostri esperti saranno lieti di rispondere ad ogni ulteriore domanda.

Domande su ASi-5 Safety

Esiste già una moltitudine di soluzioni e controllori sicuri, ciò vale purtroppo anche per i protocolli di sicurezza funzionale impiegati e per il bus di campo.

 

L’indipendenza dal bus di campo è da sempre un importante punto di forza di ASi e ASi Safety. Ci sono gateway per quasi tutti i protocolli di sicurezza e i bus di campo rilevanti. Così l’architettura di sistema diventa, sul piano I/O, totalmente indipendente dal controllore impiegato e può essere quindi unificata su tutte le applicazioni.

 

Questo punto di forza riguarda anche ASi-5 Safety. Come già con l’introduzione di ASi-5 nel campo standard, anche con ASi-5 Safety si aprono molte opzioni nuove. L’ampiezza dei dati accresciuta e le possibilità di parametrizzazione e di diagnostica estese sono ideali per applicazioni con maggiore risparmio di risorse. In prospettiva, potrà essere impiegato ad esempio IO-Link Safety.

ASi-5 Safety è stato sin dall’inizio una parte integrante di ASi-5: entrambi impiegano la stessa tecnologia di comunicazione, semplicemente nei moduli ASi-5 Safety c’è in più la sicurezza dati richiesta per normativa - cioè con una somma di controllo aggiuntiva. In tal modo la trasmissione di questi segnali è sicura dal punto di vista funzionale fino a SIL 3 /PLe. Questo aspetto è sempre importante quando le norme esigono una simile sicurezza funzionale per la tutela di persone e ambiente.

ASi-5 Safety, come già ASi-3 Safety-at-work, è stato testato di nuovo esternamente e certificato conformemente alle norme vigenti per la sicurezza funzionale. Anche la procedura impiegata per ASi-5 Safety raggiunge nuovamente un Performance Level fino a PLe secondo ISO 13849-1, ovvero un Safety Integrity Level fino a SIL3 secondo IEC 61508/62061.

Certamente anche i sensori standard possono essere collegati ai moduli ASi-5 Safety. In molti moduli è possibile persino riconfigurare i collegamenti in modo che il segnale del sensore standard venga trasmesso solo attraverso il protocollo standard. Ciò permette di risparmiare, in particolare nei moduli ASi-3 Safety, risorse di comunicazione quali indirizzi e larghezza di banda. Un ulteriore punto di forza di ASi-5 Safety è che sotto un singolo indirizzo possono essere collegati e trasmessi molti segnali standard e sicuri. In questo modo si risparmiano risorse e soprattutto costi.

La cybersicurezza è più attuale che mai. In campo industriale acquista importanza crescente soprattutto la stabilità di processo e di produzione. ASi-5 Safety è per sistema a prova di intercettazione, come anche la comunicazione Standard ASi-5. Il motivo: a causa della trasmissione di dati tramite OFDM con assegnazione dinamica delle frequenze, la registrazione dei messaggi scambiati è molto dispendiosa. È necessario cioè l'intero contesto della configurazione della connessione tra master ASi e partecipante ASi. Inoltre, è necessaria una sincronizzazione esatta delle frequenze di clock, come avviene tra master e partecipante ASi conformemente al protocollo ASi-5.

 

La cybersicurezza è aumentata anche dal fatto che attraverso il gateway si verifica un’interruzione della logica tra TCP/IP e ASi-5 e ASi-5 Safety. Gli elevati requisiti di sicurezza devono quindi essere posti solo sul master ASi-5, che stabilisce il collegamento al TCP/IP. I moduli ASi-5, invece, sono molto meno problematici in termini di sicurezza, in quanto non possono comunicare nelle reti TCP/IP. I responsabili della sicurezza della rete possono quindi concentrarsi su un numero significativamente inferiore di apparecchi e controllarli con maggiore attenzione.

Come ASi, anche ASi-5 Safety si distingue per la massima stabilità e disponibilità. I master difettosi possono essere sostituiti facilmente e senza problemi: il dispositivo di sostituzione viene indirizzato e parametrizzato automaticamente attraverso il backup nel master ASi - e proprio come il dispositivo originale. Solo nei moduli ASi-5 Safety è necessario anche confermare la sostituzione nel master.

ASi-5 Safety è molto flessibile: in base al profilo e a seconda dell’utilizzo possono essere scambiati da 1 a 64 dati di processo sicuri e in aggiunta altri standard, in modo bidirezionale, con un modulo. In questo modo sono raggiungibili tempi di ciclo fino a 1,27 ms - ciascuno fino a 16 ingressi e 16 uscite sicure. La diagnostica e i servizi aciclici disponibili non influenzano in alcun modo i tempi di ciclo.

ASi-5 Safety, in quanto parte integrante di ASi-5, può trasmettere dati sicuri e standard insieme. A questo proposito sono disponibili ciclicamente fino a 32 byte. I dati sicuri dispongono sempre di una somma di controllo di 1 byte che consente una comunicazione sicura fino a SIL3/PLe. Come nei moduli standard ASi-5 puri c’è inoltre un canale aciclico e uno di diagnostica. Così anche i moduli ASi-5 Safety possono, in caso di un evento, trasmettere messaggi di diagnostica dettagliati. Inoltre, è disponibile anche un ulteriore metodo performante per selezionare leggere ulteriori informazioni aggiuntive, se necessario - ad esempio per la predictive maintainance o altre applicazioni.

ASi-5 Safety dispone degli stessi meccanismi di tutti gli altri moduli ASi-5. Quindi sono disponibili dati ciclici, un canale di diagnostica basato sull’evento e un canale aciclico per selezionare numerosi indizi. Questi indizi comprendono un largo spettro di informazioni: fabbricante, nome del modello, ID ASi per l’identificazione univoca, temperatura del modulo, correnti misurate o un contatore delle ore di esercizio, per citarne solo alcuni. Attraverso l’OPC UA queste informazioni possono essere trasmesse per l’analisi nell’IT.

Con ASi-5 Safety molti segnali sicuri e non sicuri possono essere usati sotto un unico indirizzo. Pertanto, nelle applicazioni con più segnali è possibile risparmiare costi notevoli. Anche con ASi-3 Safety sono possibili moduli con molti segnali. Comunque ogni segnale sicuro occupa un indirizzo distinto. Come con ASi-5, anche con ASi-5 Safety è possibile elaborare molti più dati per master, riducendo inoltre notevolmente i costi di collegamento - vale a a dire attraverso la larghezza della banda di dati visibilmente più elevata per indirizzo. Ad esempio con il modulo ASi-5 Safety BWU4210 sono disponibili in tutto 2 ingressi sicuri a 2 canali e inoltre 12 I/O sotto un unico indirizzo ASi-5. Con ASi-3 la stessa quantità di dati occupa invece 2 indirizzi singoli e 3 indirizzi A/B.

 

ASi-5 non è tuttavia vantaggioso in tutti i casi. In un arresto di emergenza semplice con un ingresso sicuro a 2 canali, anche in ASi-3 Safety viene occupato soltanto un indirizzo - e questo a costi più ridotti. Entrambe le tecnologie saranno pertanto impiegate parallelamente in futuro.

ASi-5 e ASi-3 lavorano in modo indipendente e parallelo sullo stesso conduttore bipolare con la stessa elettromeccanica. Per utilizzare entrambi i protocolli in una stessa installazione è necessario solo un gateway con master ASi-5/ASi-3 combinato. Lo stesso vale per ASi-5 Safety e ASi-3 Safety - occorre semplicemente un gateway con master combinato e monitor di sicurezza ASi-5/ASi-3 combinato. Nel caso più semplice, in un impianto esistente con ASi-3 Safety è quindi possibile cambiare solo il gateway. L’impianto continua a funzionare senza variazioni e i moduli ASi-5 Safety possono essere facilmente integrati secondo necessità.

Domande sul Cavo ASi

Il cavo utilizzato per AS-Interface è un cavo piatto giallo a due fili non schermato, non attorcigliato, che può essere collegato con protezione da inversione di polarità. Viene utilizzato per trasmettere la comunicazione ASi e per fornire energia ai nodi con un ridotto fabbisogno di energia elettrica. Per le utenze con un fabbisogno di potenza più elevato, come motori o gruppi valvole, viene utilizzato un cavo piatto nero separato per l'alimentazione a 24 VDC.

I sensori o gli attuatori sono di solito collegati tramite la tecnologia a perforazione di isolante. In questo caso, l'isolamento del cavo piatto, che è profilato per proteggere dall'inversione di polarità, viene forato mediante due perni perforanti durante l'installazione senza che il cavo debba essere preparato in precedenza. In questo modo, gli slave possono essere spostati o aggiunti direttamente sul cavo in qualsiasi momento senza grandi lavori d’installazione.

Con una pinza spela-fili ASi per la spelatura di cavi ASi con isolamento esterno in elastomero termoplastico (TPE) o poliuretano (PUR).

I tappi terminali servono per proteggere le estremità nude del cavo sagomato ASi e/o AUX dalla polvere e dall'umidità fino a max. IP67, per la comunicazione senza disturbi nel circuito ASi. È disponibile nella versione destra e sinistra. Molti slave e distributori attivi Bihl+Wiedemann non richiedono generalmente i tappi terminali, in quanto le estremità dei cavi possono essere terminate nella base.

La lunghezza totale della rete standard ASi è limitata a 200 m per ASi-5 e 100 m per ASi-3. Nel determinare la lunghezza totale, devono essere incluse tutte le diramazioni. Ad esempio, con una combinazione di ripetitori ASi e i terminazioni di bus, la distanza massima possibile tra due slave in una rete ASi-3 è di 1.000 m, se il Master è posizionato in modo appropriato. Tra uno slave e il master non possono essere disposti più di 2 ripetitori (max. 2 collegati in serie).

 

Ecco come prolungare il cavo ASi

Il cavo ASi è specificato nella norma ASi (IEC 62026-2 o DIN EN 62026-2).

I cavi sagomati ASi BW1979 e BW1980 sono adatti per catene portacavi. Occorre rispettare le istruzioni di montaggio dei produttori di cavi, ad esempio non posare i cavi in posizione verticale nella catena portacavi.

Domande su IO-Link

L'interfaccia aperta IO-Link richiede solo un semplice cavo industriale standard. I sensori e gli attuatori intelligenti possono essere collegati in modo economico con un cavo a tre o cinque fili non schermato. Per la comunicazione punto-punto, ogni dispositivo IO-Link necessita di un master IO-Link.

Il master IO-Link si occupa della comunicazione con i sensori e gli attuatori intelligenti. Tramite un collegamento al controllore, consente la parametrizzazione, la diagnostica e l'accesso ai dati ciclici.

Riduzione dei costi della macchina

Un cavo standard economico stabilisce una connessione fino a 20 metri di lunghezza tra il master IO-Link e il dispositivo IO-Link.

 

Elevata disponibilità della macchina

I tempi di fermo macchina diminuiscono perché, al momento della sostituzione di un dispositivo IO-Link difettoso, i suoi parametri vengono automaticamente scritti sul nuovo sensore dal master IO-Link o dal controllore.

 

Funzionamento efficiente

I dispositivi IO-Link possono essere posizionati nella macchina direttamente in cantiere. Non devono essere accessibili per la parametrizzazione.

 

Manutenzione orientata alla domanda

I dati diagnostici continui dell'intero processo prolungano gli intervalli di manutenzione, poiché gli impianti e le macchine devono essere sottoposti a manutenzione nettamente con meno frequenza, mediante la regolazione automatica tramite IO-Link.

 

Maggiori informazioni sui vantaggi di IO-Link

No. IO-Link è un collegamento punto a punto tra un master IO-Link e un dispositivo IO-Link (sensore o attuatore). La lunghezza del cavo di collegamento può arrivare fino a 20 metri.

IO-Link viene utilizzato principalmente nell'automazione della produzione industriale per la comunicazione di sensori e attuatori.

In linea di massima è possibile un ampliamento dei sistemi bus esistenti. La condizione essenziale è che la mappatura del sistema IO-Link per il rispettivo sistema bus sia già stata implementata. IO-Link è particolarmente facile da usare in combinazione con il sistema di cablaggio intelligente ASi. Grazie alla tecnica a perforazione di isolante, i corrispondenti master IO-Link possono essere facilmente riallestiti dove necessario.

Domande sulla sicurezza passiva

Without passive safety, one cannot assume that safe switch-off/disconnection of AUX on a standard I/O module will result in a safe state (I/Os de-energized), as this is not guaranteed. The module continues to draw energy via AS-i, and in the event of a fault, the energy might be fed back via AS-i into the AUX network, which is safely switched off.

 

Thus, the safety achieved by the safe switch-off cannot be guaranteed in the event of a fault. Furthermore, it can lead to unplanned downtimes and increased effort in system planning, installation and commissioning.

Safe switch-off (passive safety) is standardized by the Machinery Directives 2006/42/EC, EN ISO 13849-1 and EN 62061.

Passive safety is applicable when the safe state of the machine's plant components, which are to be provided with passive safety, can be achieved by de-energizing them (active current principle).

All components that have a connection to different supply potentials and are in the path of a machine's safe switch-off must be passively safe.

Unfortunately, in order to use such products to add passive safety in a machine that was not previously safeguarded by passive safety, it is not enough to just replace the modules. In this case, a new safety assessment must be carried out on the machine.

This information can be found in our data sheets under the "Environment" category.

If the data sheet states that the module is suitable for use in passively safe paths, it can be supplied with power from switched AUX. Otherwise, it must be supplied from a separate and independent AUX line.

 

Normally that is not a problem, because you would need to use a separate AUX line anyway.

In the event of a shutdown your safety sensors on the unswitched AUX still are working. For example, a door lock has to be powered all the time to perform its function.

If passive distributors which are supplied either only from ASi or from AUX are used for the power supply, potential separation and therefore passive safety is not required.

 

If passive distributors which carry ASi and AUX potential are used for power distribution, passive safety is required in order to be able to safely perform de-energized switching in the event of a shutdown. This information can be found in the data sheet.

Domande sugli alimentatori 30 V

oiché ASi trasmette l’alimentazione ed i dati simultaneamente attraverso il cavo giallo, l'alimentazione di energia DC deve essere disaccoppiata dalla comunicazione AC. Di norma, ciò avviene in uno speciale alimentatore ASi. Bihl+Wiedemann ha integrato questo disaccoppiamento dati in tutti i Gateway attuali, in modo che i dispositivi possono ora essere tutti utilizzati con dei comuni alimentatori a 24 V. Tuttavia, ci sono delle limitazioni in termini di lunghezza massima del cavo e di prestazioni. Per un'alimentazione efficiente delle utenze, così come per l'utilizzo di tutta la lunghezza cavo, raccomandiamo la nostra nuova gamma di alimentatori. Questa è anche ottimizzata per la comunicazione ASi-3 e ASi-5.

Perché abbiamo ottimizzato tutti i nuovi alimentatori in test di resistenza per l'uso con i nostri Gateway ASi-5/ASi-3. Le interferenze, che tipicamente si verificano con gli alimentatori, si riducono al minimo nelle aree rilevanti per ASi-5.

Sì, gli alimentatori precedenti - non importa se 30V* o ASi - sono ancora disponibili. Nel caso in cui sia necessaria la sostituzione di un dispositivo difettoso, si raccomanda di utilizzare un dispositivo sostitutivo con lo stesso codice prodotto. Quando si progetta un nuovo impianto o quando si re-ingegnerizza una macchina esistente, si raccomanda di utilizzare i nuovi alimentatori a 30 V in combinazione con i Gateway ASi-5/ASi-3.

 

* Con l'eccezione del BW1927 per il quale siamo lieti di offrire il modello BW4220 come alternativa.

Sì, i nuovi alimentatori si adattano molto bene anche ai classici Gateway ASi-3. Ma solo a una condizione: nella sceda tecnica del Gateway nel criterio "1 alimentatore, 1 GW per 2 circuiti ASi" ci deve essere un "sì” (vedi ad esempio BWU2546). I precedenti Alimentatori ASi sono ovviamente ancora disponibili per tutti gli altri Gateway ASi-3.

Se FE è collegato alla terra del sistema sul Gateway ASi-5/ASi-3 (messa a terra funzionale), tra ASi+ e la terra del sistema sono presenti +15 V e -15V tra ASi- e la terra del sistema. I nuovi alimentatori emettono una tensione differenziale di 30 V DC. La simmetria riferita a FE - insieme al disaccoppiamento della comunicazione dall'alimentatore - è realizzata nel Gateway ASi-5/ASi-3.

Sì, i nuovi alimentatori a 30 V erogano ciascuno una corrente di uscita massima, che può essere distribuita secondo esigenza tra diversi Gateway con disaccoppiamento. Una possibile combinazione è, ad esempio, il funzionamento di due Gateway ASi con due circuiti ciascuno con disaccoppiamento da 4 A in parallelo con un alimentatore da 16 A.

Yes, because you can easily address ASi modules of all generations using the ASi-5/ASi-3 addressing device. You will also profit from its modern product features: an OLED color display, a powerful energy storage device (supercapacitor) and simple PC connection via a standard USB-C port.

Yes, we supply the respective ASi addressing cable as an accessory. Find out more about our wide range of ASi addressing cables here.

No, you can also commission all ASi modules using just the Bihl+Wiedemann software suite or directly at the gateway. However, the addressing device may simplify the commissioning of an ASi circuit. It enables you to quickly and easily assign an address to the bus nodes without the need for a real bus structure. Commissioning is then performed automatically by the software, if the ASi bus is connected to the PC software via a gateway.

Per iniziare offriamo il modulo motore ASi-5 per Interroll EC5000 AI (BWU4212) per il controllo efficiente dei motori a 48 V. Su richiesta, è possibile controllare anche prodotti di altri produttori ed azionamenti già presenti nelle soluzioni ASi di Bihl+Wiedemann. Con i nuovi Gateway ASi-5/ASi-3 per fieldbus come PROFINET, EtherNet/IP, Sercos o EtherCAT è possibile implementare anche l'integrazione in "Logistics 4.0".

Con i moduli motore ASi-5 di Bihl+Wiedemann e il software di configurazione ASIMON360, lo sforzo di configurazione - rispetto ad altre centraline multizona per la tecnologia di trasporto - è notevolmente inferiore. Le impostazioni e le parametrizzazioni vengono effettuate solo per il primo modulo motore. Successivamente queste ultime possono essere semplicemente copiate per tutti gli altri moduli. L'intero sistema richiede un solo indirizzo IP e un solo web server - il sistema Bihl+Wiedemann può essere messo in servizio in modo rapido e semplice.

ASIMON360 supporta l'etichettatura e l'identificazione coerente e standardizzata delle apparecchiature all'interno dei sistemi di azionamento, dal sistema eCAD del progettista elettrico ai portali di programmazione PLC come ad es. TiA (Totally Integrated Automation) di Siemens. A questo scopo, il progettista elettrico può scaricare una macro EPLAN dal sito web di Bihl+Wiedemann, inserire i moduli necessari ed eseguire il cablaggio per ASi, energia ausiliaria, segnali I/O e parametri.

I dispositivi con tensione 24 VDC, la connessione ASi dei dispositivi ed il Gateway non devono mai essere collegati a 48 VDC. Pertanto si raccomanda di utilizzare il cavo grigio designato.

Each channel can be individually parameterized from the advanced settings of the module. The feedback is switched off by selecting "output only".

Self-configuring means that there is no need for signal parameterization. A connected sensor signal is automatically transmitted as digital input. If an output bit is set in the control system, the signal switches to "high". Optionally, the ASi-5 I/O modules can be manually configured. This way, each signal can be used individually as "input only" or "output only".

In this case, two signals are required, which are connected together externally via the wiring. If the output bits of the signals are set simultaneously, the maximum current consumption increases proportionally.

In the factory default settings, any signal can be used as output or input. Setting an output bit has no effect if "input only" has been configured in the advanced settings for this signal.

Since BWU4727 is an ASi-3 module, no channel-specific parameterization can be performed. If an output is set, the signal is an output; if the signal is read, it is an input.

Yes, the modules are compliant with passive safety. The outputs are safely shut off by safely switching off AUX externally. Diagnostics are still available via ASi.

Wie Sie ein ASi-5/ASi-3 PROFINET Gateways in ASIMON360 einstellen und in die Siemens Steuerung einbinden können, zeigt dieses Video am Beispiel einer einfachen Konfiguration. Zum Video-Tutorial gibt es auch einen Quick Start Guide als PDF.

Wie Sie ein ASi-5/ASi-3 PROFINET Gateway mit integriertem Sicherheitsmonitor in ASIMON360 einstellen und in die Siemens Steuerung einbinden können, zeigt dieses Video am Beispiel einer einfachen Konfiguration. Zum Video-Tutorial gibt es auch einen Quick Start Guide als PDF.

Um den ASi Master zu tauschen, müssen Sie lediglich eine neue GSDML-Datei einfügen. Die Gerätebeschreibungsdatei kann dabei von unserer Website heruntergeladen und in der Steuerung eingebunden werden. Damit werden der Steuerung alle notwendigen Daten übergeben, um den ASi Master einfach einzubinden und die zu übertragendenen Daten zu benennen.


Wie Sie ein Gateway im TIA Portal in einfachen Schritten durch ein Nachfolgemodell oder ein anderes Gerät ersetzen, zeigen Ihnen dieses Video und der entsprechende Quick Start Guide als PDF.

Assistenza tecnica

Per contattarci, potete comunicare direttamente con i nostri riferimenti in Italia:

 

Andrea Orsini

Tel: (+39) 347 199 66 40

 

I nostri riferimenti in Germania sono invece i seguenti:

Tel.: +49 621 339960

Fax: +49 621 3392239

 

per richieste tecniche

supportbihl-wiedemann.it